Il rapporto OECD sulla qualità del sistema sanitario in Italia

L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OECD) ha da poco pubblicato il 7° rapporto sulla qualità del sistema healthcare in Italia, dal quale emerge una valutazione abbastanza positiva sul livello medio di assistenza sanitaria, con una forte disparità tra le ragioni d’Italia.

rapporto-oecd-qualita-sistema-sanitario-italia

Inoltre l’indagine mostra che il costo pro-capite dell’assistenza sanitaria è più basso rispetto ai nostri vicini di casa: in Italia si spendono 3.027$ per abitante contro i 4.650$ della Germania, i 4.121$ della Francia e i 4.593$ dell’Austria.
Tuttavia l’OECD segnala la necessità di potenziare le infrastrutture informative nel servizio sanitario, potenziando per esempio il collegamento tra i database regionali e un desiderabile database nazionale,unico.
Purtroppo in Italia non possiamo neppure parlare di un unico sistema sanitario ma abbiamo uno scenario con ben 21 sistemi sanitari diversi.

Le sfide per il Belpaese, dunque sono, secondo l’OECD:

  • il potenziamento dell’infrastruttura informativa attraverso l’uso di EHR (Elettronic Health Records) migliorando la condivisione delle informazioni;
  • una migliore gestione delle patologie croniche e un maggiore investimento nelle attività di prevenzione: l’Italia spende 1/10 in prevenzione di quello che viene spese nei Paesi Bassi o in Germania;
  • una maggiore attenzione alla formazione continuativa dei medici per migliorare la qualità e l’aggiornamento del servizio offerto
  • l’implementazione di sistemi efficienti per la diffusione di informazioni destinate ai pazienti

La digitalizzazione certamente rappresenta la via privilegiata per centrare questi obiettivi: attraverso l’uso delle nuove tecnologie possiamo pensare di ottenere un miglioramento della qualità coniugato con il contenimento dei costi
La buona notizia che possiamo darvi è che il Ministero della Salute ha attivato il Patto per la sanità digitale che ha come obiettivi proprio quelli individuati dal rapporto dell’OECD.

Tematiche centrali dei prossimi mesi saranno dunque:

  • fascicolo sanitario elettronico
  • telemedicina
  • assistenza domiciliare digitale

In seguito e a venire, le altre priorità!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *