Intervista al dott. Alessandro Signorini, Direttore Generale di Fondazione Poliambulanza

Fondazione Poliambulanza di Brescia ha recentemente implementato l’offerta dei servizi digitali per il cittadino dotandosi di un’app (mobile e web) per la prenotazione di esami e visite mediche sia in regime SSN che private. In occasione della conferenza stampa di lancio di Prenoting Poliambulanza, di cui Appocrate è ideatore e sviluppatore, abbiamo avuto l’occasione di rivolgere qualche domanda al Dott. Alessandro Signorini, Direttore Generale dell’istituto ospedaliero Fondazione Poliambulanza.
Ecco di seguito la breve intervista.

Dott. Alessandro Signorini Direttore Generale di Fondazione Poliambulanza

D. Cos’è che spinge una istituzione ospedaliera privata ad innovare e realizzare un modo nuovo di prenotare le prestazioni da parte dei cittadini utenti?
Alessandro Signorini – “Lo spirito di Fondazione Poliambulanza è quello di mettersi al servizio della comunità e di contribuire ad erogare servizi sanitari nella maniera più qualificata ed efficiente possibile. Per questo mettiamo volentieri le nostre risorse ed in nostro impegno a favore dell’innovazione. E’ in queste iniziative, insieme alla funzione erogativa diretta di prestazioni sanitarie, che noi perseguiamo la nostra ragione di esistere quale ospedale non profit dedicato al servizio per il pubblico. Abbiamo la responsabilità di gestire la complessità della nostra organizzazione aziendale, di retribuire il lavoro dei nostri 1800 dipendenti, ma tutte le risorse economiche che possono accantonare, di anno in anno, sono destinate al miglioramento ed alla crescita dei servizi per il cittadino.“

D. Cosa si aspetta dalla piena applicazione della nuova app “prenoting.poliambulanza”?
A.S. – “Ci aspettiamo una semplificazione dei processi di prenotazione che non può non generare una migliore soddisfazione nelle persone che rivolgono a noi la loro fiducia e che ci affidano la cura della loro salute, ci aspettiamo una virtuosa ricaduta nella gestione degli “spazi” di prenotazione poiché le persone potranno decidere di prenotare o di disdettare gli appuntamenti in modo molto semplice e diretto, liberando quindi spazi per altri potenziali utenti. E’ un ulteriore passo verso la crescita di un ospedale moderno “smart” in grado di valorizzare fino in fondo tutta la potenzialità dell’informatica applicata nei servizi alla persona.”

D. Come è stata vissuta l’esperienza della collaborazione con partners tecnologici esterni alla vostra organizzazione?
A.S. “E’ stata l’ulteriore conferma che un ospedale moderno non può più vivere, come nelle epoche passate, in un proprio splendido isolamento ma è necessariamente costretto ad interloquire con il mondo, con le tante competenze e professionalità che, opportunamente organizzate e coordinate, non possono fare altro che migliorarlo, a tutto vantaggio dei cittadini e della comunità.”

2 thoughts on “Intervista al dott. Alessandro Signorini, Direttore Generale di Fondazione Poliambulanza

  1. Pingback: Prenoting premiata per innovazione digitale | Blog Appocrate

  2. Pingback: Anonimo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *