Le previsioni per il 2015 sulla sanità digitale

Sono state spese moltissime parole intorno alla digitalizzazione in sanità e nel 2014 sono anche stati spesi soldi per concretizzare queste parole.

previsioni-2015-sanita-digitale

E’ di pochi giorni fa la diffusione della notizia secondo cui Google ha destinato il 36% degli investimenti nel settore della digitalizzazione sanitaria, che comprende sia la ricerca scientifica (studi sul genoma cloud-based) sia i servizi digitali sanitari.
Bill Maris, partner di Google Ventures, pensa che lo sforzo fatto sarebbe potuto essere maggiore. Afferma anche che il 36% dei dollari investiti non sono un importo poi così elevato, data la dimensione strategica che ha assunto il settore. Il dato positivo non è quindi il valore assoluto dell’investimento destinato alla sanità digitale, ma la sua crescita sensibile rispetto ai due anni precenti: se nel 2012 e nel 2013 gli investimenti effettuati da parte dell’azienda di Montain View hanno rappresentato “solamente” il 9% del totale investito, l’incremento relativo al 2014 è stao del 27%…quattro volte tanto! In sostanza significa essere passati da un investimento in progetti di digitalizzazione sanitaria e ricerca scientifica di 8 miliardi di dollari nel 2013, ai 20,7 miliardi di dollari del 2014.
Sembra dunque chiaro che i trend prospettati nei nostri articoli pubblicati finora si stanno concretizzando in studi, ricerche, startup, progetti e quant altro dedicati all’e-health. Resta da capire e da verificare nei fatti quali saranno i budget e quali gli obiettivi per il prossimo anno.

Vediamo alcuni settori della sanità digitale che secondo noi nel 2015 saranno protagonisti:

  • Wearable: nel 2014 i dispositivi da indossare per la misurazione di diversi parametri corporei hanno raggiunto quota 10.9 milioni di unità, la previsione di Berg Insight è di arrivare a 168.2 milioni di unità entro il 2019. Noi crediamo che nel 2015, una grande spinta nel settore dei wearable verrà data da: PERS mobile, i Personal Emergency Response Systems che sono sempre più utilizzati nella gestione di pazienti affetti da malattie neurogenerative che vanno quindi costantemente monitarate e dagli smartwatch, che si stanno diffondendo velocemente, e che nel 2015 potrebbero crescere ancora molto.
  • Applicazioni mobile e software multi piattaforma per la digitalizzazione del lavoro destinati a efficientare il sistema, limitando dispersioni di tempo e denaro. Sappiamo che il digitale permette la flessibilità necessaria al mercato attuale, quindi crediamo che nel 2015 verranno lanciate diverse soluzioni mobile per diversi aspetti della sanità.
  • Cloud e Mobile Computing che coniugheranno la necessità di salvare ed accedere ai dati sul cloud e la sempre più comune necessità di portabilità dei sistemi. Dati accessibili da ogni device fisso o mobile che sia.

Chiudiamo dunque il 2014 con ottimi dati che fanno guardare ad un 2015 ancora più promettente. Appocrate è pronta a seguire e cavalcare questi trend… stay tuned!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *