Mobile e smartphone in sanità: un trend in forte crescita

La rivoluzione digitale è in atto da tempo, ormai abbiamo appurato come la digitalizzazione in ambito sanitario porterebbe eccellenti risultati dal punto di vista economico e dal punto di vista sociale.

smartphone e tablet in sanità

smartphone e tablet in sanità


Anche (e soprattutto) i dispositivi mobili giocano un ruolo fondamentale nell’ e-health, se pensiamo all’altissima diffusione che hanno questi device. In Italia sono stati venduti 32 milioni di smartphone (dati School of management del Politecnico di Milano), cellulari intelligenti che consentono la connessione ad internet in mobilità, oltre una serie di altre funzionalità aggiuntive.
In tutto il mondo, abbiamo superato il miliardo di smartphone in uso nell’anno passato. La curva di crescita dell’utilizzo di smarphone nel mondo è molto ripida, si passa dai 708 milioni di device utilizzati nel 2011 a oltre 1 miliardo nel 2012 (1038 milioni per l’esattezza), in percentuale si parla di una crescita del 47% in un anno. E la curva continua la sua fase ascendente: nei prossimi due anni si prevede di raddoppiare la quota, entro il 2015 infatti arriveremo ai 2 miliardi di smarphone in uso nel mondo.
Con questa crescita dei dispositivi, aumenta anche lo sviluppo e l’utilizzo delle applicazioni mobili (App) : dal 2011 al 2012 si registra un aumento dell’82% degli utilizzatori di App (da poco più di 55 milioni a oltre i 100 milioni nel mondo)
Il dato ancora più interessante è che gli utenti passano sempre più tempo usando le applicazioni, infatti l’incremento tra il 2011 e il 2012 è stato del 120%.
Il 70% dei possessori di smartphone dichiarano che le App sono importanti per la loro vita quotidiana, sono quindi utenti affezionati che traggono evidenti benefici dall’utilizzo della tecnologia offerta.
In campo medico-sanitario sono presenti più di 40.000 applicazioni mobile, oltre 250 per la pressione sanguigna, oltre 470 per il cuore, oltre 1500 per la perdita di peso e più di 120 dedicate ai farmaci e alle terapie. Un’offerta così ricca che porta un utente su tre ad utilizzare il suo smartphone per ottenere informazioni mediche (questo numero è in crescita, considerando che nel 2010 solo il 17% degli utenti hanno usato il loro device per utilizzo medico-sanitario).
Parlando di applicazioni, un utente su 5 ha almeno una App per la salute e il benessere.
Cosa si aspettano gli utenti dall’ m-health (mobile-health) ? Cosa vogliono davvero i pazienti dalla digitalizzazione della sanità? Il 52% si aspetta che applicazioni e servizi m-health, in genere, rendano la sanità più conveniente e il 48%, invece, spera che l’integrazione di servizi tecnologici nel settore medicale possa migliorare la qualità del servizio erogato.

Fonte dati: infografica di Demi&Cooper Advertising

Fonte: School of management, Report “state of social media: the social media report 2012” Nielsen, Mobile Health 2012 Pew resarch center, Strategy Analytics “worldwide smartphone population tops 1 billion in q3 2012”, harris interactive, cisco 2012 “generation y: new dawn for work, play, identity”, research2 guidance, iTunes App Store, emergign mhealth: paths for growth, PWC 2012.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *