Salute digitale con Apple

Il 9 Settembre 2014 è stato presentato da Apple l’ultimo aggiornamento del sistema operativo dei suoi device mobili iPhone e iPad: l’iOS 8.

 salute digitale con Apple

Tra le novità del software, l’azienda di Cupertino lancia Healthbook, l’App per la salute. Ma cos’è l’app salute di Apple? E come funziona l’app salute dell’ultimo iOS 8? A cosa serve l’app salute sull’iPhone? Queste sono le legittime domande che si sono posti in molti dopo aver scaricato e installato sul proprio device l’iOS 8. Effettivamente, la prima versione del sistema operativo e dell’App avevano qualche bug, ma sono stati rilasciati degli aggiornamenti che dovrebbero aver risolto i problemi.
L’App salute risponde al desiderio dell’azienda di seguire il trend di digitalizzazione in sanità che è ormai un fenomeno diffuso. Ricordiamo inoltre che a breve Apple lancerà l’iWatch, la bandierina di Apple sul mercato dei wearable, i dispositivi dotati di sensori che rilevano i dati sulla salute di chi li indossa, quindi l’App salute ha ancora più ragione di esistere dato l’hardware che verrà lanciato a breve sul mercato.

Vediamo quali sono le grandi novità introdotte dall’app Salute di Apple per l’utente.

Il principale obiettivo dell’app salute di Apple è quello di dare un quadro complessivo sullo stato di salute del possessore del device, interfacciandosi ad applicazioni terze (per esempio,senza voler essere esaustivi: Up, Up Coffee, Runtastic e altre) che rilevano e tengono monitorati parametri fisiologici e monitorano attraverso la loro costante elaborazione lo stato di benessere dell’utente.
Attraverso la connessione con applicazioni che contano le calorie giornaliere, che monitorano l’attività sportiva, che contano i passi, che monitorano il sonno, Healthbook ci accompagna lungo un sentiero salutare e salutista e di auspicata longevità

Per il momento l’Healhtbook di Apple ha 4 schermate:

  • quadro dati
  • dati sanitari
  • fonti
  • cartella clinica

Di queste 4 funzionalità solo la sezione cartella clinica è utilizzabile e personalizzabile con una serie di dati utili in caso di soccorso d’emergenza.
Nella cartella clinica, è infatti possibile inserire: allergie, condizioni cliniche, note mediche, gruppo sanguigno, contatti di emergenza, peso, altezza e se si è donatori di organi.

Le altre tre sezioni, come detto sopra, dovrebbero comunicare con App terze che raccolgono tutti i dati per fornire un quadro complessivo della salute dell’utente. Il quadro dati propone grafici divisi per giorni, settimane, mesi o anni che riportano l’andamento di tutti i parametri che monitoriamo attraverso l’uso di wearable o app.
Le macroaree presenti nell’Healthbook di Apple sono: alimentazione, attività fisica, misure corporee, parametri vitali, risultati clinici e sonno.
La scheda fonti permette di scegliere le App da cui ricavare le informazioni mentre la sezione “dati sanitari” riporta l’elenco completo dei parametri che vengono tracciati suddivisi per le macroaree sopra descritte.

Apple ha messo la sua bandierina, offrendo il suo contributo nella ricerca di soluzioni “mobile health“: la digitalizzazione sanitaria e il concetto di portabilità dei dati personali diventano una realtà sempre più diffusa anche grazie a Healthbook.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *